"Il progetto del mio Servizio Civile" - Le parole di Martina, che sta svolgendo un anno di Servizio Civile con Caritas Ambrosiana presso il SAI.

Il progetto del mio Servizio Civile

Ciao a tutti! Mi chiamo Martina e il 25 maggio ho iniziato il Servizio Civile con Caritas Ambrosiana.

Il progetto in cui svolgo il Servizio Civile è il SAI, il servizio accoglienza immigrati, uno sportello rivolto agli stranieri che risponde a diversi bisogni: assistenza legale, supporto nella ricerca lavoro e accoglienza e orientamento ai servizi territoriali.

In questo periodo di servizio ho affiancato l’area legale, la quale si occupa di supportare le persone nel disbrigo pratiche per il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno o per altre problematiche legali che le persone incontrano in Italia.

 All’interno del SAI, dal periodo del pandemia, si ricevono le persone su appuntamento.

Il servizio è strutturato in questo modo: le persone chiamano il centralino oppure citofonano, spiegano di cosa hanno bisogno e vengono indirizzati all’area più competente per risolvere i loro dubbi o le loro problematiche.

Le richieste arrivano anche dai vari Centri di Ascolto che Caritas ha sul territorio.

L’ufficio del SAI si trova poco distante dalla stazione di Milano Centrale.

Durante una formazione ci hanno chiesto di associare il nostro servizio ad un animale: avevo scelto il serpente. Penso che questo animale rappresenti al meglio le caratteristiche che servono per muoversi nel ginepraio del diritto dell’immigrazione, che è spesso un terreno scivoloso e difficile da affrontare senza avere un approccio strategico.

L’obiettivo del SAI è quello di aiutare le persone e renderle autonome.

Ciao e a presto!

Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.